Cancro e impatto sociale, psicologico che comporta

Diversi tipi di cancro hanno trovato un femo grazie ai progressi nella diagnosi precoce e nel trattamento, che aumenta l'aspettativa di vita in molti dei pazienti di cure palliative che hanno detto malattia cronica, qual è la notizia che ci consola tutti.

Sono stati compiuti progressi tangibili nella tecnologia che ci hanno portato a comprendere meglio i meccanismi molecolari che sono fattori del cancro. Ciò ha migliorato la capacità di fermare la diffusione del cancro. Ma è importante fare un passo indietro per poter esaminare a fondo i danni sociali e psicologici che questa malattia è in grado di generare..

Solo in America, a un uomo su due e una donna su tre viene solitamente diagnosticato un cancro nel corso della vita, unirsi in giro 15 milioni di sopravvissuti al cancro, tasso che salirà a quasi 19 milioni per lui 2024. È noto che quasi a 60% di cancro ha un'incidenza nei pazienti di 65 anni o più, il 40% il cancro appare di età compresa tra 20 a 64 anni, e intorno al 1% nelle persone di 19 anni o più giovani.

Anche quando viene gestita la possibilità di una cura, il danno correlato al trattamento spesso ha un impatto abbastanza significativo sulla vita dei pazienti. Questo è un impatto diverso con l'età, ma la preoccupazione di tutti, esclusi i pazienti che sono molto giovani, è l'ansia che deriva dal sapere se stanno ricevendo il miglior trattamento.

Ed è che la paura diventa più che comprensibile poiché la complessità del cancro e il rapido progresso delle conoscenze non si prestano ancora agli esperti del settore che possono comprendere la malattia nella sua interezza..

Per combattere tali paure, È essenziale che i pazienti possano ricevere una seconda opinione da un centro rinomato e all'avanguardia della tecnologia, poiché la fiducia nella cura diventa il primo passo ed è fondamentale quando si vuole combattere questa malattia.

La ricorrenza è un'altra preoccupazione comune, Mentre la minaccia costante perseguita i sopravvissuti. Ci sono pazienti che si presentano per i loro appuntamenti di follow-up e rivivono ripetutamente la loro paura iniziale, e si disperano anche in attesa dei risultati dei loro test di laboratorio o delle scansioni TC.

Mentre provare un po 'di paura fa bene, è anche importante incoraggiare i pazienti a sollevare le loro preoccupazioni con gli operatori sanitari che possono aiutarli.

Generalmente, Questa paura attivata è accompagnata da senso di colpa e vergogna nelle relazioni e nelle funzioni quotidiane. Un numero significativo di pazienti di solito sente di essere giudicato e si sente anche dispiaciuto per loro, e questi generalmente si verificano senza una fonte tangibile.

Nel caso di altri, sentirsi in colpa per non aver messo da parte comportamenti che li ha messi a rischio, o che continuano con quel comportamento che può aver contribuito allo sviluppo del cancro.